Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Psicologia dinamica progredita / Advanced Dynamic Psychology

Oggetto:

Advanced Dynamic Psychology

Oggetto:

Anno accademico 2018/2019

Codice dell'attività didattica
PSI0087
Docente
Giorgio Nespoli (Titolare del corso)
Corso di studi
Psicologia clinica: salute e interventi nella comunità
Anno
1° anno
Tipologia
Fondamentale
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
M-PSI/07 - psicologia dinamica
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
esame orale (verbalizzante)
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Il corso è finalizzato a far conoscere agli studenti i paradigmi psicodinamici contemporanei riferibili alla prospettiva (postkleiniana) bioniana e postbioniana.

Particolare attenzione verrà dedicata alla maniera nella quale questi paradigmi operano - e si focalizzano - sulla possibilità di rendere pensabile l'esperienza emozionale, e di quale rilevanza questo possa avere per una teorizzazione ed una pratica psicoanalitica più attuale.

Si tratta cioè di mostrare la maniera nella quale i paradigmi riferibili a tale prospettiva teorica lavorano sul campo esperienziale del soggetto, attraverso quali dispositivi tecnici favoriscono la pensabilità e la praticabilità di quegli aspetti dell'esperienza emozionale per i quali, nel tempo, sono risultati sempre più inadeguati gli strumenti terapeutici che presupponevano una concezione individuale della mente e quindi una pratica terapeutica costituita da relazioni tra soggetti-oggetti separati.

Tale esigenza  di cambiamento è stata spinta in modo particolare dal progressivo confronto clinico della psicoanalisi con patologie psicotiche e borderline, ma anche, più in generale, dalla crescente consapevolezza del profondo coinvolgimento - conscio e inconscio - dell'analista nel processo analitico.

In questo senso, l'analista si trova sempre più cimentato in un orizzonte esperienziale la cui condivisione con il proprio analizzando, seppur auspicabile, non solo non può essere data per scontata, ma diventa una meta a cui tendere. Transitare per queste situazioni critiche senza smarrirsi né venir meno alla propria responsabilità terapeutica richiede all'analista la messa a punto di un'adeguata attrezzatura teorica e tecnica che si presti ad esplorare la fenomenologia emergente nel vivo della seduta.

Verranno sottolineati gli aspetti di continuità, di revisione e di differenziazione dagli orientamenti storicamente più acquisiti, nonché i presupposti e le implicazioni cliniche sottesi a ciascun costrutto teorico. 

 

The course aims to introduce students to the contemporary psychodynamic paradigms referable to the (Postkleinian) Bionian and Postbionian perspective.

Particular attention will be placed to the way in which these paradigms operate - and focus - on the possibility of making emotional experience thinkable, and of what relevance this may have for a more current theoretical and psychoanalytic practice.

The course should point out the way in which the paradigms referring to this theoretical perspective work on the experiential field of the subject, through which technical devices favor the thinkability and feasibility of those aspects of emotional experience for which, over time, they have always been more inadequate therapeutic tools that presupposed an individual conception of the mind and therefore a therapeutic practice consisting of relationships between separate subjects-objects.

This need for change has been driven in particular by the progressive clinical comparison of psychoanalysis with psychotic and borderline pathologies, but also, more generally, by the growing awareness of the analyst's deep involvement - conscious and unconscious - in the analytic process.

In this sense, the analyst finds himself increasingly challenged in an experiential horizon whose sharing with his own analysand, although desirable, can not only be taken for granted, but becomes a goal to strive for. Transiting for these critical situations without losing or refusing to take up one's therapeutic responsibility requires the analyst to fine-tune appropriate theoretical and technical equipment that lends itself to exploring the emerging phenomenology of the session.

The aspects of continuity, revision and differentiation will be emphasized from the most historically acquired guidelines, as well as the assumptions and clinical implications underlying each theoretical construct.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

L'acquisizione 

• dei presupposti teorici e metodologici con i quali i paradigmi riferibili alla alla prospettiva (postkleiniana) bioniana e postbioniana lavorano sul campo esperienziale del soggetto, inteso in senso esteso e intersoggettivo - epistemologicamente riferibile ad un'impostazione costruttivista - sottolineandone gli aspetti di continuità, di revisione e di differenziazione dagli orientamenti storicamente più acquisiti 
• le differenti ricadute nello specifico del trattamento.

 The acquisition of

• theoretical and methodological presuppositions with which the paradigms related to the (Postkleinian) Bionian and Postbionian perspective work on experiential field of the subject, understood in a broad and interpersonal sense - epistemologically related to constructivist approach - emphasizing the aspects of continuity, revisal and differentiation from historically acquired guidelines
• the different effects in the specific treatment.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

- Lezione frontale  partecipata con approfondimento dei testi

- Lavoro sui differenti dispositivi tecnici e sulla loro applicazione nella pratica clinica attraverso l'esame di sedute di psicoterapia videoregistrate e la discussione di vignette cliniche

                                                                                                                                                                                                   

 

- Frontal and students  shared lesson 

- Work on the different technical tools and their application in clinical practice through the examination of videotaped psychotherapy sessions and the discussion of clinical vignettes.                     

 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

La valutazione avverrà unicamente in forma orale.

L'esame è volto a verificare:
• le conoscenze e la comprensione dei contenuti trattati durante il corso e dai libri di testo,
• le capacità dello studente di saper riferire con precisione i costrutti teorici e i dispositivi tecnici costitutivi dei paradigmi trattati
• la capacità critica di confrontarne le posizioni teoriche e metodologiche, sapendone evidenziare gli aspetti differenziali, i nessi tra l'applicazione dei paradigmi teorici contemporanei e i problemi della pratica clinica che sono stati discussi in aula.

The INCOMING STUDENT's assessment will be orally only and will take place in Italian.

The examination is designed to test:
• knowledge and understanding of contents covered during the course and the textbooks,
• student's ability to accurately report the theoretical constructs and the constituent clinical methods of different paradigms treated
• critical ability to compare their theoretical and methodological positions, knowing how to highlight distinguishing features, links between the application of different contemporary theoretical paradigms and problems of clinical practice that have been discussed during the lessons.

Oggetto:

Attività di supporto

 Si riceve su appuntamento: giorgio.nespoli@unito.it

 

 Students receipt by appointment: giorgio.nespoli@unito.it

Oggetto:

Programma

Il corso è finalizzato a far conoscere a* Student* i paradigmi psicodinamici contemporanei riferibili alla prospettiva bioniana e postbioniana, in particolar modo gli strumenti teorici e tecnici utilizzati da tali paradigmi per rendere pensabili e praticabili quegli aspetti dell'esperienza emozionale vissuta nel setting analitico, nel quale si ha la presenza simultanea di una dimensione intrapsichica, di una interpsichica e della loro reciproca influenza.

Si tratta cioè di delineare percorsi teorici e clinici che partendo dalla tradizione psicoanalitica sottolineano aspetti di discontinuità che portano a importanti evoluzioni teoriche e tecniche, discontinuità nate soprattutto dall'ambizione della clinica di allargare le possibilità di applicare il metodo analitico a nuove situazioni - il trattamento  dei bambini e degli adolescenti, degli psicotici, la psicoanalisi di gruppo e all'interno delle istituzioni.

La pratica clinica psicoanalitica ci permette di vedere come siano progressivamente mutati la maniera di interpretare, di intendere l'ascolto dell'analista, la coppia analitica al lavoro. La considerazione stessa della sofferenza dell'analizzando e quindi gli scopi della cura sono oggi centrate - per una parte sempre più ampia della psicoanalisi - sulla costruzione o ricostruzione della capacità di sognare i "fatti indigeriti" della nostra esperienza emozionale, "fatti" che non possono essere trasformati in una tessitura di emozioni e di pensieri per l'impossibilità di avvalersi di funzionamenti capaci di sostenere la sofferenza psichica.

 

The course aims to introduce Students to the contemporary psychodynamic paradigms referable to the Bionian and Postbionian perspective, in particular the theoretical and technical tools used by these paradigms to make thinkable and practicable those aspects of the emotional experience experienced in the analytical setting, in which there is the simultaneous presence of an intrapsychic, an interpsychic dimension, and their mutual influence.

The course should outline theoretical and clinical paths that start from the psychoanalytic tradition underline aspects of discontinuity that lead to important theoretical and technical developments, discontinuities born above all from the clinic's ambition to widen the possibilities of applying the analytical method to new situations - treatment of children and adolescents, psychotics, group psychoanalysis and psychoanalysis inside institutions.

Clinical psychoanalytic practice allows us to see how the way of interpreting, of listening to the analyst, the analytic couple at work is progressively changed. The consideration of the suffering of the analysand and therefore the aims of the treatment are now centered - for an ever larger part of psychoanalysis - on the construction or reconstruction of the capacity to dream the "undigested facts" of our emotional experience, "facts" that do not they can be transformed into a weaving of emotions and thoughts because of the impossibility of using operations capable of sustaining psychic suffering.

 

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

1. (a cura di) Antonino Ferro, Psicoanalisi oggi, Carocci Editore, 2013. No capitolo 6.       

Nota: il volume fa parte del catalogo Carocci "print on demand". Dal momento dell'ordine, il volume sarà disponibile per la consegna non prima di 2-3 settimane.

2. Antonino Ferro, Fattori di malattia, fattori di guarigione, Raffaello Cortina Editore, 2002.  No capitoli VIII, IX e X.

Il testo n. 2 esemplifica con innumerevoli casi clinici l'applicazione dei dispositivi tecnici trattati dal testo n. 1.

3. Leon Grinberg, Dario Sor, Elisabeth Tabak de Bianchedi, Introduzione al pensiero di Bion. Nuova Edizione, Raffaello Cortina Editore, 1993. Solo i capitoli III (no Griglia), IV e VI. Da leggere i capitoli II, V e VII.                                                    

Il testo n. 3 ha l'obiettivo di fornire a* Student* i costrutti teorici di base della teorizzazione bioniana necessari per affrontare i dispositivi di teoria della tecnica che caratterizzano i paradigmi psicodinamici contemporanei riferibili alla prospettiva (postkleiniana) bioniana e postbioniana sviluppati dai testi n. 1 e 2, qualora tali costrutti non fossero stati trattati o trattati con insufficiente approfondimento dall'insegnamento di Psicologia Dinamica del CdL triennale.

Tale bibliografia sarà programma d'esame a partire dalla sessione estiva 2019 compresa.

 

* Student* con frequenza aa.aa. 2016-17 e 2017-18 possono scegliere di riferirsi alla bibliografia di quegli aa.aa.:

1. Stephen A. Mitchell, Teoria e clinica psicoanalitica. Scritti scelti, Raffaello Cortina Editore, 2016. 
2. Lewis Aron, Menti che si incontrano, Raffaello Cortina Editore, 2004. 
3. Antonino Ferro, Evitare le emozioni, vivere le emozioni, Raffaello Cortina Editore, 2007.

 

 

INCOMING STUDENTS:

1. Leon Grinberg, Dario Sor, Elisabeth Tabak de Bianchedi, Introduction to the Work of Bion, Jason Aronson Inc, 1977, Chapters III, IV and VI only. Chapters II, V and VII to read.

2. (Editor) Antonino Ferro, Contemporary Bionian Theory ang Technique in Psychoanalysis, Routledge, 2017.

 

 

 

 

 

 



Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 10/06/2019 15:16