Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Informatica investigativa

Oggetto:

Investigative Information Technology

Oggetto:

Anno accademico 2014/2015

Codice dell'attività didattica
PSI0348
Docente
Nello Balossino (Titolare del corso)
Corso di studi
Psicologia criminologica e forense
Anno
1° anno
Periodo didattico
Primo semestre
Tipologia
Fondamentale
Crediti/Valenza
3
SSD dell'attività didattica
INF/01 - informatica
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Scritto
Prerequisiti
Nessuno.
None.
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Sono fornite allo studente le nozioni di base necessarie per procedere in modo oculato alla raccolta di dati rilevati sulla scena di un reato, nella più ampia accezione del termine, e per affrontare le successive elaborazioni necessarie all’estrazione di significative informazioni utili alla conduzione di investigazioni. La principale componente formativa consiste nella trattazione delle metodologie analitiche, fisiche e psicologiche che occorre mettere in campo per poter ottenere risultati che siano verosimilmente vicini alla realtà di come il reato si sia verificato e quali siano i responsabili. Trattandosi di sistemi che aiutano l’investigazione, sono analizzate le due componenti fondamentali cioè hardware e software. Da punto di vista della componente hardware, i temi considerati procurano le chiavi di lettura relative alle caratteristiche tecniche e alle possibilità offerte dai dispositivi preposti all’acquisizione di segnali multimodali come immagini statiche, video e suono. Per quanto riguarda il software è fornita una panoramica dei programmi utilizzati in contesti di analisi e di sintesi di dati in modo che lo studente possa orientarsi nella scelta. Per fornire un minimo di approccio con le elaborazioni a computer, nelle ore di laboratorio sono utilizzati alcuni software indirizzati all’elaborazione di immagini, all’identikit, alla sintesi di scene e all’analisi di macchie ematiche.
Lo studente è condotto a comprendere come per procedere alle investigazioni occorra osservare e analizzare l’evento con una ampia visione multidisciplinare corroborata dalla conoscenza di episodi realmente accaduti e delle loro evoluzioni dal punto di vista giudiziario. Sono messe in evidenza anche le difficoltà legate all’esecuzione di sopralluoghi e alla elaborazione dei dati con tecniche completamente automatiche oppure semi-automatiche. In laboratorio sono trattati casi di reati realmente accaduti, presentati sotto forma di seminario..
Lo studente è anche reso edotto di quali siano i limiti imposti dalla tecnologia utilizzata e dai dai sensi del fruitore (principalmente vista e udito) che deve trarre le conclusioni e sottoscrivere una relazione.

The students are provided of the basic notions to proceed wisely in collecting data found in a crime scene, in broadest sense of the term, and in carrying on processes necessary to extract meaningful information in order to conduct properly investigations. The main training component consists in dealing with analytical, physical and psychological methods that should be known in order to obtain result very near to the reality of how the event has occurred and who are the responsible. As we are managing with systems helping the investigation, the two basic components namely hardware and software are analyzed. From the hardware point of view the items considered provide students the keys to understanding the technical device characteristics and the chances offered by them for the acquisition of multimodal signals such as still images, video and sound. About the software an overview of the programs used in the context of analysis and synthesis of data is treated so that the student may be able in choosing. To provide a minimum of approach with the programming in the laboratory hours some software used in image processing, identikit, crime scenes reconstruction and bloodstains analysis are explained.
The students are managed to understand how to carry out investigations by observing and analyzing events with a broad multidisciplinary point of view, taking care of the knowledge of facts really happened and their developments from judiciary point of view. Difficulties arising in implementing data processing techniques with fully automatic or semi-automatic methods are emphasized. In the workshop hours are treated in seminar form cases of crime actually occurred. The students are also made aware of what are the limits imposed by the technology used and by the senses of the viewer (mainly vision and hearing ) in order to be careful in writing and signing a report.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Per raggiungere gli obiettivi sopra indicati, la didattica è di tipo frontale e interattivo. I materiali di studio utilizzati presentano carattere specialistico relativamente a ciascun campo di interesse scientifico-professionale. I risultati dell’apprendimento consistono nella conoscenza e comprensione in una visione ampia, multidisciplinare delle metodologie atte ad analizzare eventi con il fine di poter trarre corrette conclusioni su fatti e fenomeni psico-criminologici, forensi e investigativi analizzati e attribuire eventuale identità agli autori.
Al termine del corso lo studente disporrà quindi di un bagaglio di base delle metodologie fisico matematiche ed informatiche necessarie per condurre investigazioni scientifiche.

To achieve the above purposes a frontal and interactive teaching method is proposed. The tools used are specialized with respect to application field and professional interest. The learning outcomes consist in knowledge and understanding in a broad point of view, multidisciplinary methods designed to analyze events. Another aim consists in making the students able to report correct conclusions on facts and phenomena psycho- criminological, forensic and investigative analyzed and eventually identify crime responsible people.

In this way the students will have a wealth of physical basis of mathematics and computer science methodologies necessary to conduct scientific investigations.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Test a risposta multipla

Alla fine del corso è prevista una prova di valutazione finale, sotto forma di test a risposta multipla, per l’accertamento delle conoscenze specialistiche apprese e della capacità di comprensione delle tematiche analizzate.
Le risposte multiple sono articolate in modo che lo studente possa dimostrare la conoscenza acquisita, la capacità a sapersi orientare nella scelta dei metodi appresi, l’abilità a fornire indicazioni sul modo di affrontare e procedere in un’indagine, a interpretare i dati e i risultati, nonché a dimostrare sicurezza nella formulazione di un giudizio sulle analisi condotte.

Multiple choice test

At the end of the course a final evaluation in the form of a multiple-choice test is expected. The goal is to verify the kind of knowledge level reached by the students in planning data acquisition, managing the choice of methods learned, using ability to provide guidance on how to deal and proceed in an investigation, interpreting data and results, and demonstrating safety in making opinion upon the analyzes done.

Oggetto:

Programma

a) Introduzione
b) Il sopralluogo del teatro del crimine
c) Le tecniche di ripresa della scena
d) Tutela dei dati forensi
e) Le luci forensi
f) Analisi delle immagini
g) La psicofisiologia della visione
h) Sistemi di identificazione biometrica
i) Analisi delle macchie di sangue
j) Analisi di segnali sonori
k) Analisi documentale
l) Riconoscimento di espressioni facciali
m) La realtà virtuale
n) Attività di laboratorio: utilizzo di software di elaborazione di immagini e modellazione, seminari su temi specialistici.

a) Introduction
b) The inspection of crime theater
c) Techniques for acquiring images and movies
d) Forgery detection
e) Forensic lights
f) Images processing
g) Psychophysiology of human vision
h) Biometric identification
i) Blood Pattern analysis
j) Sound signals analysis
k) Analysis of documents
l) Facial expression recognition
m) Virtual reality
n) Laboratory activities: use of software for image processing and modelling, seminars on specialized topics.

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

[1] Farkas L. G., Anthropometry of the head and face, Second Edition, Raven Press, 2000.
[2] Ashbourn I., Biometrics: advanced identity verification. The complete guide, Springer London (2000)
[3] Balossino N., Siracusa S., L’identificazione basata sul volto: metodi fisionomici e metrici, Security Forum 2004, Edizioni ItasForum, Bergamo, 2004.
[4] Balossino N., Lucenteforte M.,Siracusa S., Analisi morfometrica dell'orecchio come metodo di attribuzione di identità, Security Forum 2009, Edizioni ItasForum, Bergamo, 2009.
[5] Mezzogiorno V.,Morfotipologia umana, Piccin Editore Padova, Padova, 1981
[6 ] Carillo B.F., Ricostruire il delitto, espress edizioni, Torino, 2011.
[7] Ekman P., Friesen W. V., Giù la maschera, Giunti,2007.
[8 ] Donato F., Criminalistica forense, Franco Angeli, 2013
[9 ] Pastena P., La scienza delle tracce, Bonanno Editore, 2003
[11] Dellavalle F, La strumentazione per l’analisi documentale in ambito forense, Giordano Editore, 2011
[11] Balossino N., La comunicazione multimediale, UPSEL editore,1996
[12] Coriasco M., Rampado O., Balossino N., Rabellino S., L’immagine digitale in diagnostica per immagini, Springer, 2013
[13] E. Gianaria, N. Balossino, M. Grangetto, and M. Lucenteforte, Gait characterization using dynamic skeleton acquisition, in Multimedia Signal Processin (MMSP), 2013 IEEE 15th International Workshop on, Sept 2013, pp. 440-{445.
[14] Balossino N., dispense del corso.

[1] Farkas L. G., Anthropometry of the head and face, Second Edition, Raven Press, 2000.
[2] Ashbourn I., Biometrics: advanced identity verification. The complete guide, Springer London (2000)
[3] Balossino N., Siracusa S., L’identificazione basata sul volto: metodi fisionomici e metrici, Security Forum 2004, Edizioni ItasForum, Bergamo, 2004.
[4] Balossino N., Lucenteforte M.,Siracusa S., Analisi morfometrica dell'orecchio come metodo di attribuzione di identità, Security Forum 2009, Edizioni ItasForum, Bergamo, 2009.
[5] Mezzogiorno V.,Morfotipologia umana, Piccin Editore Padova, Padova, 1981
[6 ] Carillo B.F., Ricostruire il delitto, espress edizioni, Torino, 2011.
[7] Ekman P., Friesen W. V., Giù la maschera, Giunti,2007.
[8 ] Donato F., Criminalistica forense, Franco Angeli, 2013
[9 ] Pastena P., La scienza delle tracce, Bonanno Editore, 2003
[11] Dellavalle F, La strumentazione per l’analisi documentale in ambito forense, Giordano Editore, 2011
[11] Balossino N., La comunicazione multimediale, UPSEL editore,1996
[12] Coriasco M., Rampado O., Balossino N., Rabellino S., L’immagine digitale in diagnostica per immagini, Springer, 2013
[13] E. Gianaria, N. Balossino, M. Grangetto, and M. Lucenteforte, Gait characterization using dynamic skeleton acquisition, in Multimedia Signal Processin (MMSP), 2013 IEEE 15th International Workshop on, Sept 2013, pp. 440-{445.
[14] Balossino N., dispense del corso.



Oggetto:

Note

Ricevimento studenti
Appuntamento, mail, ricevimento martedì 9-11 via Pessinetto 12, Dipartimento di Informatica.

Reception students
By appointment, email, or on Tuesday, 09-11 Via Pessinetto 12, Department of Computer Science.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 16/06/2015 16:56