Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Storia della filosofia A (studenti A-L)

Oggetto:

History of philosophy A

Oggetto:

Anno accademico 2014/2015

Codice dell'attività didattica
PSI0007
Docenti
Daniela Steila (Titolare del corso)
Guido Bonino (Titolare del corso)
Corso di studi
Scienze e tecniche psicologiche
Anno
1° anno
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
Fondamentale
Crediti/Valenza
8
SSD dell'attività didattica
M-FIL/06 - storia della filosofia
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Scritto ed orale
Prerequisiti
Gli studenti devono possedere una buona conoscenza della lingua italiana (o inglese), capacità logiche e di comprensione del testo. Non è necessario avere già studiato la storia della filosofia nella scuola superiore.
Students must have a good knowledge of Italian (or English), logical skills and text comprehension abilities. Students are not required to have already studied history of philosophy in high school.
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Al termine del corso di Storia della Filosofia gli studenti:
a) dovranno conoscere:
1. le principali posizioni filosofiche intorno ai problemi della mente, dei rapporti con il corpo, della coscienza e della soggettività.
2. le specificità delle diverse proposte teoriche nella loro successione storica.
3. il vocabolario concettuale adeguato per le posizioni teoriche esaminate.

b) dovranno essere capaci di:
1. confrontare, mettere in relazione, individuare gli elementi fondamentali delle diverse teorie esaminate.
2. analizzare argomentazioni filosofiche.

At the end of the course of History of Philosophy students:
a) must know:
1. the main philosophical views on the issues of mind, on its relation with body, on consciousness and on subjectivity.
2. the specific features of the different philosophical theories in their historic succession.
3. the conceptual terminology appropriate to the philosophical views that are examined.

b) must be able:
1. to compare the different theories examined, to put them into relation with one another, to identify their basic tenets.
2. to analyse philosophical arguments.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

 

Gli studenti devono saper dimostrare:
1) di saper sviluppare un ragionamento, formulare un concetto;
2) di sapersi orientare nelle discussioni contemporanee nel campo della filosofia della mente, della psicologia e delle scienze cognitive.

The students must be able:
1) to develop an argument, to formulate a concept;
2) to orient themselves in the contemporary debates in the areas of philosophy of mind, of psychology, and of cognitive sciences

 

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni frontali.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame verrà sostenuto con una prova scritta articolata in domande a risposta chiusa e a risposta aperta sull'intero programma del corso (sia la parte tenuta dalla prof.ssa Steila, sia quella tenuta dal prof. Bonino). La prova verrà valutata con un voto in trentesimi che lo studente potrà accettare direttamente, senza sostenere la prova orale.

Nel caso uno studente abbia superato la prova scritta con una valutazione sufficiente, ma non ne fosse soddisfatto, può rifiutare il voto dell'esame scritto e ridarlo in un appello seguente, oppure può accedere all'orale nel medesimo appello. L'esame orale verte sull'intero programma d'esame e la valutazione è indipendente dall'esito dello scritto (vale a dire l'esito dello scritto può essere migliorato, ma anche peggiorato).

Gli studenti degli anni accademici precedenti possono portare il programma corrente con le attuali modalità, oppure mettersi in contatto con i docenti.

For Erasmus students: Oral exam.

Oggetto:

Programma

Il corso delinea per temi e problemi il panorama storico della discussione filosofica sui temi della mente, dei rapporti con il corpo, della coscienza e della soggettività. Particolare attenzione viene prestata alle tematiche della filosofia del Novecento, indagandone i presupposti nella storia del pensiero antico e moderno.

The course presents an historical overview (organized by themes and problems) of the philosophical debates on mind, on its relation with body, on consciousness and on subjectivity. Special attention is paid to 20th-century philosophy. Its presuppositions in the history of ancient and modern thought are also investigated.

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, dovranno conoscere: 

I. S. Nannini, L'anima e il corpo. Un'introduzione storica alla filosofia della mente, Roma-Bari, Laterza, 2011 (o 2002) limitatamente ai paragrafi o agli autori trattati nel corso (gli studenti frequentanti possono far riferimento anche alle slides e agli appunti del corso):

Capitolo I: La filosofia antica e medievale

  1. Mente, anima e spirito

  2. L'anima da Omero a Platone

  3. Aristotele

  4. L' atomismo (NO stoicismo)

  5. La tarda antichità e il medioevo (Agostino e Tommaso, NO Plotino)

Capitolo II: La filosofia moderna

    1. Descartes

    2. Spinoza

    1. Il materialismo da Hobbes agli illuministi (soltanto Hobbes)

    2. L'empirismo di Locke, Berkeley e Hume

    3. L'idealismo trascendentale di Kant

Capitolo III: La filosofia contemporanea: da Hegel a Heidegger

  1. Lo psicologismo e la nascita della psicologia scientifica (soltanto Brentano, Wundt, James)

  2. Bergson, Husserl e Heidegger (soltanto Husserl)

Capitolo IV: La filosofia contemporanea: la filosofia analitica e post-analitica

    1. La filosofia analitica classica

4.1.2 Il monismo neutrale di Russell

4.1.3 Il comportamentismo logico degli empiristi logici

4.1.4 Processi psichici e ‘linguaggio privato’ nell'ultimo Wittgenstein

4.1.5 Il comportamentismo analitico di Ryle e i neo-wittgensteiniani

    1. Gli anni della svolta cognitiva

4.2.2 La filosofia della mente e le scienze cognitive (soltanto AI, Chomsky)

4.2.3 Il fisicalismo e la teoria dell’identità

4.2.4 La teoria causale della mente e il materialismo dello stato centrale

4.2.5 Il funzionalismo del primo Putnam

4.2.6 Il primo eliminativismo

4.2.7 Il monismo anomalo di Davidson

4.2.9 Le critiche al materialismo di Kripke, Nagel e Jackson

4.3. Il ritorno del dualismo e la naturalizzazione della mente

4.3.1 Il ritorno del dualismo (soltanto Chalmers)

4.3.4 Dennett tra neo-comportamentismo, funzionalismo ed eliminativismo

4.3.5 Il neo-eliminativismo di Paul e Patricia Churchland

 

 

II. Tutti i brevi testi filosofici disponibili sulla piattaforma Moodle, nelle 15 cartelle “brevi testi di riferimento” (ciascuna relativa ad una delle prime 15 lezioni del corso). Si tratta di brevi testi relativi agli argomenti trattati, da studiare limitatamente alle parti in chiaro (alcune parti sono oscurate e non sono da studiare).

 

III. Dall’antologia Mente e corpo. Dai dilemmi della filosofia alle ipotesi della neuroscienza, a cura di A. De Palma e G. Pareti, Torino, Bollati-Boringhieri, 2004:

– David M. Armostrong, “La natura della mente”

– Hilary Putnam, “La natura degli stati mentali”

– Donald Davidson, “Eventi mentali” (soltanto fino a p. 90)

– Thomas Nagel, “Com’è essere un pipistrello?”

– Frank Jackson, “Ciò che Mary non sapeva”

– Daniel Dennett, “Quainare i qualia”

– David Chalmers, “Come affrontare il problema della coscienza” (soltanto fino a p. 255)

For Erasmus students

John Heil, Philosophy of Mind: A Contemporary Introduction, Routledge, London and New York 2000



Oggetto:

Note

Giorno, Orario e Modalità di ricevimento degli studenti

Steila: venerdì, ore 9-11 (verificare eventuali avvisi sulla pagina della docente sul sito)
Bonino: giovedì, ore 10,30-12,30 (o su appuntamento. È gradito un preavviso tramite email)
Dipartimento di Filosofia e Scienze dell'Educazione, via S. Ottavio 20, secondo piano, stanza B2.

Reception students

Steila: Friday, h 9-11 (verify possible change on the teacher's webpage)
Bonino: Thursday, h 10,30-12,30 (or on scheduled appointment. Please, check by email)
Department of Philosophy and Educational Sciences, via S. Ottavio 20, second floor, room B2.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 16/06/2015 16:56

Non cliccare qui!